Cosa vuol dire fare ingegneria civica oggi?

Vuol dire prima di tutto osservare con attenzione quello che sta succedendo nel mondo. Dal punto di vista locale sicuramente, ma senza limitare troppo l’orizzonte. Bisogna avere i 5 sensi ben attivi per poter cogliere tutte le informazioni utili ad intervenire per rendere questo mondo un po’ migliore di come l’abbiam trovato. Bisogna conoscere il nostro passato, per poter progettare il nostro futuro. E quando dico nostro intendo di tutta l’umanità. Inclusività deve essere la parola chiave, in ogni situazione della vita. Niente più gruppi chiusi, paesi delimitati, confini. Tutti, e dico veramente tutti, condividiamo questa terra in tutti i suoi elementi. Non possiamo limitarci ad una amministrazione delimitata delle nostre risorse. Mi sembra davvero strano che i nostri politici risultino ancora così miopi.